INFORTUNIO DURANTE LA PULIZIA DI UN MACCHINARIO: MANCANZA DI FORMAZIONE E RESPONSABILITÀ DEI PREPOSTI

INFORTUNIO DURANTE LA PULIZIA DI UN MACCHINARIO: MANCANZA DI FORMAZIONE E RESPONSABILITÀ DEI PREPOSTI

SENTENZA CASSAZIONE penale sez iv 23 gen 2019 n. 3217

INFORTUNIO DURANTE LA PULIZIA DI UN MACCHINARIO. MANCANZA DI FORMAZIONE E RESPONSABILITÀ DEI PREPOSTI

 
La sentenza in esame presenta caratteri di particolare interesse perché non richiama solo il classico ruolo di garanzia dei Preposti nei consueti termini di vigilanza e controllo ma ribadisce che gli stessi devono farsi parte attiva nella segnalazione di situazioni di pericolo o di prassi operative scorrette per l’incolumità dei lavoratori, nonché per l’esercizio concreto di poteri specifici di formazione nei confronti degli stessi, da attuarsi fornendo adeguate istruzioni e spiegazioni sulle macchine utilizzate e sulle relative procedure da seguire.

Cardine fondante di tale pronuncia, oltre al richiamo dell’art. 19 comma 1 lett f), è l’art. 37 comma 1 lett b) secondo cui il Datore di Lavoro assicura formazione sufficiente e adeguata anche con riferimento ai “rischi riferiti alle mansioni e ai possibili danni e alle conseguenti misure e procedure di prevenzione e protezione caratteristici del settore o comparto di appartenenza dell’azienda”.