NUOVO TESTO UNICO PER L’EDILIZIA (DPR 380/2001) AGGIORNATO ALLO SBLOCCA CANTIERI E NUOVE REGOLE PER LA PROGETTAZIONE NEGLI APPALTI PUBBLICI

NUOVO TESTO UNICO PER L’EDILIZIA (DPR 380/2001) AGGIORNATO ALLO SBLOCCA CANTIERI E NUOVE REGOLE PER LA PROGETTAZIONE NEGLI APPALTI PUBBLICI

INGEGNERIA

IL NUOVO TESTO UNICO PER L’EDILIZIA (DPR 380/2001) AGGIORNATO ALLO SBLOCCA CANTIERI

 

Il dl 32/2019 (Sblocca cantieri) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 aprile 2019. Tra le altre cose, il dl modifica il testo unico per l’edilizia (dpr 380/2001).

Le novità riguardano:

  • deroghe a distanze tra fabbricati, altezze e densità edilizia in ambiti urbani consolidati
  • rispetto dell’area di sedime e del volume dell’edificio ricostruito in rapporto a quello demolito
  • nuova disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche

 
Vai alla Gazzetta Ufficiale

 

LE NUOVE REGOLE PER LA PROGETTAZIONE NEGLI APPALTI PUBBLICI

 
Il decreto Sblocca Cantieri prevede importanti novità nella fase di progettazione delle opere pubbliche: addio al progetto esecutivo per gli interventi di manutenzione
Il dl n. 32/2019 (cosiddetto “Sblocca cantieri”), pubblicato il 18 aprile in Gazzetta Ufficiale, al Capo 1 “Norme in materia di contratti pubblici, di accelerazione degli interventi infrastrutturali, e di rigenerazione urbana“, all’art. 1 prevede modifiche importanti al Codice appalti. In particolare, i primi 5 commi dell’art. 1 del nuovo decreto modificano l’art. 23 del dlgs n. 50/2016, relativo ai livelli della progettazione per gli appalti, per le concessioni di lavori nonché per i servizi.

Il dl Sblocca cantieri prevede la sostituzione delle linee guida e dei decreti attuativi già varati, o in corso di emanazione, con un nuovo regolamento predisposto dal Ministero delle infrastrutture (art. 216, comma 27-octies).

Si stabilisce che il nuovo regolamento dovrà essere varato entro 180 giorni dall’entrata in vigore del dl e cioè entro il 16 ottobre 2019.