Formaldeide, si alza il livello di attenzione…siamo tutti esposti?

formaldeide

Formaldeide, si alza il livello di attenzione…siamo tutti esposti?

Regolamento CLP – 1° gennaio 2016 la formaldeide (FA) è classificata tra i Cancerogeni “1b”

Da gennaio 2016 la formaldeide è stata classificata tra le sostanze Cancerogene “1B” (sostanze con un presunto potenziale cancerogeno sugli esseri umani).
Questa classificazione apre scenari importanti per i lavoratori esposti alla formaldeide, da qui deriva la  necessità di aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) e delle relative Misure di Prevenzione e Protezione (MPP) da mettere in atto.
Occorre inoltre, rimarcare l’importanza di effettuare campionamenti ambientali al fine di verificare i valori di esposizione professionale che alla luce di quanto riporta la normativa in caso di presenza della sostanza devono risultare i più bassi tecnicamente possibili.
Studi in materia da parte dell’ Organizzazione Mondiali della Sanità (OMS) e del Scientific Committee on Occupational Exposure Limits (SCOEL) hanno dimostrato che si definiscono due soglie di esposizione che delimitano tre aree di rischio:

  • una soglia di 0,1 mg/mc (dall’OMS) per la popolazione, sotto la quale non si considera l’esposizione a rischio e, quindi, non c’è rischio cancerogeno di natura occupazionale;
  • una soglia sopra i 0,369 mg/mc (che è quella del SCOEL ultima proposta) al di sopra della quale i lavoratori sono considerati esposti e con rischio per la salute.
  • nell’area intermedia, dove i lavoratori sono da considerarsi “temporaneamente esposti”, si dovranno effettuare di una serie di analisi ambientali per valutare l’effettivo superamento del limite.

Interventi di mappatura e campionamento ambientale
ZeroInfinito srl effettua servizi di progettazione ed esecuzione campagne di monitoraggio conformi alla normativa vigente.
Per maggiori informazioni potete contattare i nostri esperti